Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, da martedì via allo screening gratuito per studenti e professori delle superiori

Coronavirus tamponi

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Da martedì studenti e professori delle scuole superiori dell’Umbria potranno effettuare i test antigenici nelle farmacie pubbliche e private grazie a un accordo stretto con la Regione. In particolare, nelle attività pubbliche il tutto sarà possibile grazie anche alla collaborazione attivata con Croce Rossa che fornirà tensostrutture e camper per fare i test fuori da alcune farmacie comunali. “Ce ne saranno almeno una a Terni, una a Perugia, Foligno e Città di Castello” ha detto il presidente di Assofarm, Antonio D’Acunto. “Siamo molto soddisfatti di questo progetto” aggiunge Augusto Luciani, presidente di Federfarma
Per poter fare il test i ragazzi dovranno essere muniti di un attestato che rilascerà loro la scuola in cui verrà certificata la loro appartenenza all’istituto. Con quello potranno presentarsi una farmacia, previo appuntamento. Potranno poi ripetere il test una volta al mese. Le Farmacie che aderiranno all’esecuzione del test dovranno darne comunicazione al servizio farmaceutico competente e a Umbria digitale. A coloro che aderiranno al progetto di testing verranno illustrate da parte del farmacista le finalità del progetto, le misure di sicurezza previste che lo riguardano e saranno consegnati apposita informativa sul progetto e sul trattamento dati e un modulo per il consenso informato. 
A sua volta il farmacista, accedendo al sistema cup con le credenziali già disponibili per la farmacia, eseguirà l’accettazione, inserirà a sistema l’esito, positivo o negativo, del test e la mail della persona che riceve il risultato con il numero di cellulare. In caso di esito positivo il farmacista raccomanderà l’isolamento domiciliare fiduciario in attesa dell’esito del tampone molecolare di conferma. La comunicazione di test negativo viene ricevuta dalla persona via mail. In caso di positività si potrà prenotare il tampone molecolare presso i drive in e all’Isp.
Contestualmente all’accordo stretto fra Regione e Farmacie, l’assessore all’Istruzione, Paola Agabiti, ha approvato un atto che finanzia l’attività di testing presso le farmacie con un milione a valere sul POR FSE 2014-2020. “ Questa attività permetterà di valutare la situazione epidemiologica per età e classi in modo da studiare anche la curva di trasmissione del virus a livello familiare” hanno spiegato gli assessori, Paola Agabiti e Luca Coletto.