Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, impiegato insospettabile scaricava materiale pedoporno dal pc della mamma anziana

Fra. Mar.
  • a
  • a
  • a

Aveva circa 40 mila file con immagini pedopornografiche. E’ per questo motivo che un impiegato 53enne, un insospettabile residente nell’hinterland perugino, incensurato e single, è stato arrestato mercoledì dalla polizia postale diretta da Michela Sambuchi con l’ausilio dei carabinieri dell’aliquota di polizia giudiziaria, per detenzione di materiale pedopornografico. Ieri mattina il gip, Natalia Giubilei, nonostante la richiesta del pm titolare del caso, Gianpaolo Mocetti fosse per la detenzione in carcere, ha concesso i domiciliari. L’uomo quindi si trova ora in un’abitazione in cui non ha connessione internet. E anzi, secondo quanto emerso dagli accertamenti, l’ip utilizzato per scaricare il materiale non era neanche suo: faceva capo a casa dell’anziana madre. Ieri mattina in sede di interrogatorio, l’uomo, difeso dall’avvocato Michele Morena, ha ammesso di aver scaricato dei file giustificandosi dicendo che non pensava fossero così tanti. Secondo il legale è stato collaborativo fornendo indicazioni per trovare tutti i file che possiede. L’uomo è stato trovato grazie alla segnalazione di un organismo internazionale che traccia gli ip di chi scarica materiale pedopornografico.