Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuovo Dpcm: scuola, bar, spostamenti, università, sci e cultura. Cosa si potrà fare e cosa no

Esplora:
polizia-controlli

  • a
  • a
  • a

Entrano in vigore dalla giornata di domani, sabato 16 gennaio, le misure del nuovo Dpcm. Riassumiamo cosa si potrà fare e cosa no.  

Spostamenti Ancora uno stop ai movimenti tra regione e regione. Sarà valido sino al 15 febbraio. 

Istituzione zone bianche Misure meno restrittive nelle regioni che avranno per tre settimane consecutive meno di 50 casi ogni 100mila residenti. 

Movida Confermata la nuova stretta per bar, enoteche e attività commerciali. Divieto di vendita di prodotti da asporto a partire dalle ore 18. L'obiettivo è cercare di limitare al massimo gli assembramenti tra i giovani nelle ore pre notturne.

Scuola Dal 18 gennaio si torna in presenza nelle superiori tra il 50 e il 75 per cento. E' ammessa una "organizzazione flessibile" nella didattica, non rinunciando alla didattica a distanza, ma solo per una parte della popolazione.  

Università Organizzazione della didattica a distanza o in presenza in base all'andamento "del quadro epidemiologico" e  alle "esigenze di sicurezza sanitaria nel rispetto delle linee guida del Ministero dell’università e della ricerca".

Cultura Sì alla riapertura al pubblico di musei e altri istituti e luoghi di cultura così come le mostre, ma devono essere garantite misure di "fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro".

Impianti risalita sci Continueranno a restare chiusi sino al 15 febbraio. Per la riapertura dovranno essere adottate apposite linee guida dalla Conferenza delle Regioni che avranno bisogno dell'approvazione del Comitato tecnico scientifico. Devono essere scongiurati le aggregazioni e gli assembramenti. 

Paesi anglosassoni Ancora stop degli ingressi dal Regno Unito e dall'Irlanda del Nord a causa della variante Covid.