Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Suarez, l'Università per Stranieri valuta di licenziare il dg sospeso, Olivieri

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Le tensioni a Palazzo Gallenga non accennano a placarsi. Anzi, se possibile, aumentano. I rappresentanti degli studenti ieri hanno disertato il Cda. Come anticipato dal Corriere dell’Umbria è stato ratificato il parere della commissione disciplinare nei confronti della professoressa, Stefania Spina: sospesa per nove mesi. Un docente vicino alla governance ha commentato dicendo che la commissione è stata pure più severa dei magistrati (che hanno sospeso Spina, Grego Bolli e Olivieri per otto mesi). Il professor Capecchi si è astenuto al momento di votare il procedimento disciplinare. Nel confronto poi, a “fronte di molteplici richieste” (sta scritto nel resoconto del Cda inviato dalla stessa prorettrice, Dianella Gambini) la stessa ha riportato il parere che aveva chiesto all’avvocatura dello Stato in merito alla validità dei suoi poteri come prorettrice che - scrive - “ha confermato che la funzione di prorettrice mantiene efficacia anche dopo le dimissioni della rettrice e ha altresì confermato la piena legittimità da parte della prorettrice a presiedere il Cda”. Riguardo l’annullamento del bando per dg, che lei stessa definisce “a tempo”, “la prorettrice ha tenuto a far presente che l’avviso era stato emanato sulla base di un’interpretazione, rivelatasi poi errata, da parte degli uffici dell'Ateneo. Proprio su sollecitazione della prorettrice, il Cda ha voluto lasciare agli atti, la richiesta al prossimo Dg di istituire un Ufficio legale d’Ateneo, ad oggi inesistente, e di reclutare un dirigente che, in caso di impossibilità del DG di operare, possa anche svolgerne le funzioni (figura di cui l’Università per Stranieri al momento è priva)”. In merito a questo punto in diversi a Palazzo Gallenga fanno notare che un responsabile degli affari legali esiste già ed è il dottor Francesco Lampone. C’è poi un passaggio relativo a Olivieri in cui sta scritto che “il Cda ha preso atto della possibilità di procedere all’individuazione di una figura stabile di Dg a fronte di una risoluzione del contratto con l'attuale, nel rispetto di tutti i passaggi di legge. Nel frattempo, le funzioni direttorali saranno svolte, nei limiti dell'ordinaria amministrazione, da quattro figure di elevate professionalità, EP, presenti in Ateneo”. Gambini vuole poi precisare che la graduatoria del concorso per dottorandi “sarà approvata al termine delle verifiche da parte degli organi consultivi esterni competenti, a cui la prorettrice stessa si è rivolta”.