Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, l'Università per Stranieri annulla il bando per il direttore generale. Studenti chiedono dimissioni della prorettrice

  • a
  • a
  • a

L’Università per gli stranieri di Perugia, dopo aver diffuso la call per l’incarico di direttore generale, martedì 12 gennaio ha comunicato l’annullamento del bando. E mercoledì 13 gennaio il cda prenderà nuove decisioni in merito. Archiviate quindi le quindici domande finora pervenute. Un dietrofront dovuto a “motivazioni collegate alla legittimità del medesimo provvedimento, espresse in autorevoli pareri legali” come riporta una nota diffusa martedì 12 dallo stesso ateneo di palazzo Gallenga. Nel comunicato si precisa inoltre: “In merito all’individuazione della figura di direttore generale, l’ateneo reputa di poter procedere, nel rispetto di tutti i passaggi di legge e istituzionali, con una modalità in grado di assicurare una durevole e stabile continuità dell'attività della direzione generale”. Gli studenti intanto si fanno sentire e chiedono le dimissioni della prorettrice Dianella Gambini. “L’ateneo - scrivono in una nota - ha oramai esaurito il credito di fiducia che abbiamo sempre concesso e chiediamo quindi alla professoressa Gambini, alla luce degli ultimi sviluppi relativi al concorso di ammissione al dottorato, di fare un passo indietro nell’interesse dell’istituzione; chiediamo altresì che venga sciolto quanto prima il nodo del direttore generale, che di fatto paralizza il nostro ateneo e lo pone in una situazione estremamente pericolosa”.

 

 

In particolare il riferimento al concorso di ammissione dei dottorati si vuole denunciare la situazione di attesa in cui si trovano ragazzi e ragazze, alcuni dei quali stanno ancora aspettando l’esito della loro prova. In proposito la prorettrice il 22 dicembre scorso aveva fatto sapere che la graduatoria non sarà approvata finché non ci sarà un rettore: “Saranno fornite indicazioni sulla pubblicazione della graduatoria .- così riporta una comunicazione della prorettrice pubblicata nel sito dell’ateneo - solo all’indomani della verifica di regolarità degli atti del concorso, di competenza del rettore”.