Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, egiziani clandestini aggrediscono e minacciano gli agenti della Polfer: arrestati

Resistenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale i reati che gli sono stati contestati. Disposta l'espulsione

  • a
  • a
  • a

Due giovani di origine egiziana sono stati arrestati dalla polizia ferroviaria di Terni, nella stazione ferroviaria della città dell’acciaio, in piazza Dante, per resistenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale.

L’episodio è avvenuto il 5 gennaio 2021 quando i due ragazzi sono stati sorpresi a viaggiare senza biglietto su un treno regionale Perugia-Roma. Quando il capotreno ha chiesto loro il titolo di viaggio, i due egiziani lo hanno insultato e minacciato.

Meglio non è andata quando ad intervenire sono stati gli agenti della Polfer. I giovani, all’ennesima richiesta di scendere dal treno, hanno aggredito fisicamente gli agenti, che sono riusciti bloccarli dopo una breve colluttazione. Per loro è scattato l’arresto, a disposizione del pm di turno e in attesa dell’udienza di convalida. Udienza che è avvenuta la mattina di giovedì 7 gennaio 2021 durante la quale il giudice del tribunale di Terni ha convalidato l’arresto, ordinando ai due imputati di non far ritorno nel comune di Terni sino all’esito del processo che avrà luogo il 4 febbraio 2021.

Durante gli accertamenti, è emerso anche che entrambi sono clandestini e in particolare uno dei due è rientrato arbitrariamente in Italia dopo essere stato accompagnato nello stato di origine. Entrambi sono stati così condotti all’Ufficio Immigrazione della questura di Terni per l’emissione di un provvedimento di espulsione.