Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, vertenza Treofan, la governatrice Tesei scrive a Emiliano (Puglia): "Uniti contro Jindal"

A Brindisi c'è un altro stabilimento della proprietà indiana che di recente, dopo l'annuncio della chiusura di Terni, ha acquisito una fabbrica in Brianza

  • a
  • a
  • a

Il comportamento della Jindal, per la vertenza Treofan del polo chimico della Polymer di Terni, è considerato dalla Regione Umbria in contrasto con il senso di responsabilità e con consuetudini e norme comportamentali invalse nelle normali relazioni industriali ed istituzionali a livello internazionale.

Lo sostiene la presidente della giunta regionale dell'Umbria, Donatella Tesei, in una lettera che ha inviato a Michele Emiliano, omologo della Puglia, regione dove è ubicato uno stabilimento della multinazionale indiana. Nella missiva Tesei ripercorre le vari fasi che hanno visto prima l'acquisizione da parte della Jindal Group, nel 2018, il successivo spostamento infragruppo di ordini e produzioni da Terni allo stabilimento di Brindisi, già controllato dal gruppo, ed infine l’annuncio della chiusura delle attività industriali nel sito di Terni, con l’avviamento delle procedure di liquidazione e di licenziamento collettivo dei dipendenti.

La presidente Tesei chiede al presidente Emiliano un comune intervento per dar vita ad un percorso con il governo che veda la società recedere dalle procedure già attivate o comunque manifesti la disponibilità a cedere gli assetts ad uno o più investitori interessati al turn-around aziendale. Intanto gli indiani hanno trovato un accordo con il gruppo belga Domo Chemicals per acquisire la società della Brianza Domo Films Solution, con sede a Cesano Maderno, specializzata nella produzione di film in poliammide, prodotti mediante estrusione cast (CPA) e in doppia bolla con biorientazione (BOPA), produzioni, comunque, non concorrenti con Terni. Le parti sociali sono in attesa di una convocazione del tavolo del Mise da parte della sottosegretaria Alessandra Todde.