Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Costacciaro, cane salvato sul Monte Cucco dal Sasu su una parete rocciosa di 40 metri. Zico riconsegnato al proprietario

  • a
  • a
  • a

 Cane intrappolato su una parete rocciosa del monte Cucco salvato dal Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria. Gli uomini del Sasu, provenienti da Perugia e Sigillo, sono intervenuti martedì 5 gennaio intorno alle 14 sulla terza guglia della Spaccatura delle Lecce, una parete rocciosa di circa 40 metri all’interno del parco. I quattro tecnici del Sasu si sono arrampicati sulla parete mentre era in atto una copiosa nevicata fino al punto dove il cane era scivolato per circa 15 metri bloccandosi su un terrazzino. Raggiunto il segugio, di nome Zico, i soccorritori ne hanno verificate le condizioni e hanno costruito una imbracatura per metterlo in sicurezza. Prestate le prime cure a Zico, con acqua e una barretta, il cane è stato imbracato e calato con tecniche alpinistiche fino a terra dove è stato riconsegnato al proprietario.