Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, la Regione chiede 8 mila dosi di vaccino in più per farmacisti e odontoiatri

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Vaccini Covid, l'Umbria ha chiesto ottomila dosi in più da somministrare a farmacisti, medici a partita Iva e odontoiatri in questa prima fase che durerà fino alla metà di febbraio. La Regione ha inviato in data 5 gennaio una lettera al commissario centrale per l'emergenza Covid, Domenico Arcuri, per avere la fornitura aggiuntiva. E' stato reso noto dal vice commisario Covid - facente funzione- per l'Umbria, Massimo D'Angelo. Sempre per il 5 gennaio in Umbria è attesa la seconda fornitura da 5.850 vaccini Pfizer, che sarà smaltita entro sei giorni. Da giovedì si inizia con gli ospiti e gli operatori delle Rsa (600 hanno già aderito, 1.700 devono dare ancora il consenso). Dopo tocca agli ultraottantenni (89 mila in Umbria): sono previsti anche team vaccinali a domicilio. Per questa operazione saranno utilizzati i prossimi vaccini (non Pfizer, che prevedono temperature di conservazione a -75 gradi) che potranno essere gestiti tra i 2 e gli 8 gradi.