Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, l'agente Marco Quattranni va in pensione: "Un orgoglio rappresentare la polizia stradale"

Nella sua lunga carriera, tra l'altro, ha scortato Giovanni Paolo II e salvato la vita a un bambino in crisi respiratoria

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

“È stato un orgoglio rappresentare la polizia stradale”. Dopo 39 anni di servizio, per il 57enne Marco Quattranni, storico agente della polstrada di Orvieto, in provincia di Terni, in questo gennaio 2021 è arrivato il momento della pensione.

“Sono certo – confessa – che mi mancherà molto questo lavoro. Ho iniziato a farlo a 18 anni e ho cercato di svolgerlo sempre nel miglior modo possibile”. Non è un caso se, accanto alla medaglia per aver scortato Papa Giovanni Paolo II e ai molti riconoscimenti ufficiali, il soprannome guadagnatosi è quello di “Numero 1”. Dalle scorte ciclistiche ai picchetti d'onore, fino all'arresto nel 2008 dell'ex re del fotogossip, Fabrizio Corona, per detenzione ed uso di denaro falso, fiuto e coraggio del sovrintendente si sono rivelati determinanti per molte brillanti operazioni, salvando anche vite umane. L'ultima, nel 2018, quella di un bambino colto da crisi respiratoria.