Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maternità surrogata, Baldassarre (Lega): "Sentimenti strumentalizzati per sdoganare l'utero in affitto". Il caso della coppia di Terni

  • a
  • a
  • a

Sul caso di Maria Sole, la 37enne di Terni nata senza utero, che sta portando avanti con il marito Sergio la battaglia per avere un figlio attraverso la maternità surrogata solidale, interviene Simona Baldassarre, europarlamentare della Lega.  "Non è un diritto, ma una pratica aberrante. Non sono madri solidali o sociali quelle che si offrono di partorire al posto di altre, ma vittime di un’ideologia che altera il concetto di bene, stravolge i ruoli naturali di madre e di padre, mercifica il corpo delle donne e tratta i bambini come oggetti da vendere". Secondo Baldassarre "il caso della coppia di Terni rappresenta il cavallo di Troia che l’Associazione Luca Coscioni usa per legittimare sentimentalmente e poi politicamente, l’utero in affitto. La tecnica è sempre la stessa: strumentalizzare le emozioni per sdoganare la maternità surrogata". E ancora: "Un’alternativa già esiste: semplificare le adozioni nazionali e internazionali, per aiutare tutte quelle coppie con difficoltà che vogliono accogliere un figlio nella propria famiglia. L'auspicio è che la magistratura romana non cada nel tranello, perché avallando il ricorso aprirebbe le porte ad un pericoloso vaso di pandora".