Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, 46 casi positivi alla residenza per anziani Muzi Betti di Città di Castello

  • a
  • a
  • a

“Il 2020 passerà alla storia come l’anno del Covid 19 e anche nell’ultimo giorno non ci risparmia problemi e difficoltà, visto il focolaio che abbiamo registrato all’Asp Muzi Betti, dove ci sono 46 persone positive, di cui 31 anziani ospiti e 15 operatori sanitari”. E’ quanto ha comunicato giovedì 31 dicembre il sindaco Luciano Bacchetta, che ha dedicato l’abituale aggiornamento della situazione dell’emergenza da Covid-19 a Città di Castello alla vicenda della residenza per anziani non autosufficienti tifernate, condividendo con la presidente Andreina Ciubini “una dichiarazione doverosa per trasparenza e correttezza verso l’opinione pubblica”. “Quanto è avvenuto a Muzi Betti ci colpisce molto, perché nel corso di questi mesi la struttura era rimasta miracolosamente indenne, immune allo tsunami del Covid”, ha sottolineato il sindaco, nel ringraziare la presidente Ciubini, i membri del Cda, il direttore sanitario Antonio Moni e gli operatori sanitari “per il grande lavoro che hanno compiuto e stanno compiendo”.