Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Istituto comprensivo Orvieto-Baschi: ok alla settimana corta dal prossimo anno scolastico

Per sei anni la proposta del sabato libero ha diviso genitori e alunni. Si comincerà dall'anno scolastico 2020-2021

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

L'Istituto comprensivo Orvieto-Baschi approva definitivamente la settimana corta. Per sei anni, la proposta del sabato libero ha diviso i genitori degli alunni. E dato vita anche a un comitato pronto ad intraprendere azioni legali di fronte al Tar contro la decisione del consiglio d'istituto, “reo” di aver bocciato con motivazioni “misere e pretestuose” e in nome di non meglio precisate difficoltà organizzative, la proposta del sabato libero per tutte le classi delle scuole elementari e medie del centro storico, avanzata da ben 490 famiglie su 608.

La “svolta” è arrivata alla vigilia delle feste di Natale 2020 quando, in modalità online a causa delle criticità legate all'emergenza Covid, si è riunito il consiglio d'istituto. Tra i pochi punti all'ordine del giorno proprio la riconferma dell'orario esteso su cinque giorni, dal lunedì al venerdì, a partire dall'anno scolastico 2021-2022. La formulazione oraria, infatti, era già stata approvata e deliberata in precedenza dal consiglio stesso. Sia a Sferracavallo che a Orvieto la maggioranza dei genitori aveva bocciato il sabato a scuola, optando per le classi con orario articolato su cinque giorni.

In questa nuova occasione la dirigente scolastica, Antonella Meatta, che aveva dato la possibilità ai genitori di scegliere tra sabato a casa o sabato a scuola al momento delle iscrizioni, ha portato all'attenzione dei partecipanti i risultati degli incontri avuti con l'amministrazione comunale e i gestori delle linee di trasporto per gli alunni. Per rendere più fluidi gli orari è stata concordata una deroga in ingresso e in uscita per alunni e docenti. In pratica si entra a scuola dieci minuti dopo e si esce dieci minuti prima. Senza obbligo per i docenti di dover recuperare questi venti minuti, come espressamente previsto dalla normativa, visto che la deroga oraria è un obbligo derivante dalle criticità legate ai trasporti degli alunni che devono raggiungere la scuola da fuori Orvieto.

Dei 19 componenti del consiglio d'istituto uno ha votato contrario, due si sono astenuti e tutti gli altri presenti si sono detti favorevoli. Assente, un solo componente. Da settembre 2020 la scuola dell'infanzia, primaria e medie saranno, dunque, chiuse il sabato. In particolare alla scuola media i fruitori del tempo corto svolgeranno orario scolastico dal lunedì al venerdì con ingresso alle 8.10 e uscita alle 13.50. Quelli del tempo prolungato faranno tre giorni con lo stesso orario e due con il rientro pomeridiano.