Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, 11 sanzioni su 877 persone controllate nei giorni di Natale

  • a
  • a
  • a

In tutto sono stati 877 i controlli effettuati in Umbria il 24 e 25 dicembre per verificare che i cittadini rispettassero le regole imposte dal Decreto Natale. Nel corso di questi controlli sono state 11 le persone persone per cui è stata accertata una violazione. In generale dunque, l’Umbria sembrerebbe aver risposto attenendosi alle regole. Del resto lo testimoniano anche le foto delle città del cuore verde, dei centri storici e dei paesini che in altri anni sarebbero stati pieni di turisti per i presepi, e che invece, nei giorni scorsi erano praticamente deserte. 
In particolare, per quanto riguarda la provincia di Perugia sono stati effettuati 190 controlli il 24 dicembre (di cui 46 nei negozi) e 149 il giorno di Natale (di cui 21 in esercizi commerciali). In tutto sono stati coinvolti una quindicina di uomini delle forze di polizia a servizio. Tra polizia di Stato, stradale, finanza, carabinieri, polizia locale e provinciale, senza contare le altre pattuglie impiegate per altri servizi che, all’occorrenza possono intervenire e chiedere spiegazioni a chi incontrano in giro. Tra i sanzionati a Perugia c’è stato un tunisino trovato in giro senza motivo all’una di notte. Gran lavoro anche a Terni per le forze di polizia impegnate nei controlli sulla zona rossa. Tra il giorno della vigilia e Natale sono state 538 le persone controllate mentre sei sono state le sanzioni elevate. I controlli hanno coinvolto anche 21 attività commerciali. La Prefettura ha proceduto al coordinamento dei servizi di vigilanza e controllo. In campo polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale. Soltanto a Terni sono state impegnate, nell’arco delle 24 ore, 16 pattuglie: otto della Questura e quattro a testa per l’Arma e la finanza. A queste si sono poi aggiunte altre cinque pattuglie per i controlli specifici sul rispetto delle normative antiCovid. E in quest’ultimo caso sono state impiegate due pattuglie della polizia e una a testa per quanto riguarda carabinieri, fiamme gialle e polizia locale. In totale, dunque, 21 pattuglie con 42 uomini pronti a intervenire. Dalla Questura, dove è stato attivato il tavolo tecnico per i servizi interforze, fanno però sapere che in buona sostanza i ternani sono stati disciplinati. Tra Natale e Santo Stefano le strade erano pressochè deserte e non si sono verificati particolari assembramenti. Anche nelle chiese, come di consueto, sono state rispettate le disposizioni che impongono il distanziamento sociale. E durante la notte di Natale il coprifuoco è stato rispettato nonostante gli spostamenti tra una casa e l’altra.Da segnalare che il giorno di Natale una donna è stata multata per aver lasciato l’auto in sosta sotto casa a corso Tacito. La signora, regolarmente autorizzata ad entrare in auto nella Ztl avendo una figlia invalida, non aveva esposto il pass sul parabrezza. Una dimenticanza che le è costata 234 euro tra multa e carroattrezzi.