Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, la curva dei positivi si è stabilizzata: l'Rt è allo 0.87

  • a
  • a
  • a

La curva di crescita dei casi di positivi nella regione Umbra, sembra attraversare una fase di stabilizzazione da tre settimane a questa parte, anche se con “una residua numerosità dei casi”. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati effettuata dagli esperti del Nucleo di valutazione epidemiologica della Regione Umbria, secondo il quale negli ultimi 14 giorni la tendenza è ancora a una lieve diminuzione. Dopo il rallentamento molta marcato che ha fatto seguito alla fase esponenziale, la riduzione dei nuovi positivi ha un po’ rallentato nei giorni scorsi - secondo gli esperti, negli ultimi 14 giorni si è registrata una “diminuzione lieve” - anche se ieri ha fatto di nuovo registrare un non trascurabile meno 181 persone positive rispetto al giorno prima. 
A conferma di ciò scendono gli attualmente positivi anche se in modo meno marcato. Il valore Rt sui casi negli ultimi 14 giorni, calcolato con il software R è 0,87 (IC 0,59 -1,16). L’intervallo di confidenza è ampio per effetto della bassa numerosità dei casi. Gli attualmente positivi quindi adesso sono 3.548, con una diminuzione di quasi 200 in 24 ore. 
Nei giorni precedenti la discesa era stata compresa tra le 20 e le 80 unità giornaliere. Ieri invece, complici anche i guariti, che sono tornati a essere quasi il doppio dei nuovi positivi, la riduzione è stata di nuovo marcata. Nello specifico, ieri si sono avuti 332 guariti e 157 positivi. Nello specifico, i positivi sono emersi dall’analisi di 3.565, con una incidenza del 4,4%. 
Sempre dall’aggiornamento dei dati fatti ieri, è emerso come anche i ricoveri siano ancora diminuiti In particolare, rispetto al giorno prima, c’erano nove degenti in meno: ieri erano 279. Di questi, 40 erano ricoverati in terapia intensiva, quattro in meno del giorno precedente. 
Purtroppo anche ieri invece si sono dovuti registrare altri sei decessi, il che porta il totale di vittime Covid in Umbria dall’inizio della pandemia a 584.  Secondo gli specialisti del nucleo epidemiologico in realtà, grafici e curve coi numeri quotidiani alla mano, anche la curva dei decessi sta lentamente scendendo.  Per quanto riguarda invece la questione ospedalizzazioni, i ricoveri ordinari scendono in maniera più veloce rispetto a quelli della terapia intensiva.  Basti pensare che il 22 novembre gli ospedalizzati erano praticamente il doppio di ieri: 444 contro 279. 
Mentre per quanto riguarda le terapie intensive ieri erano 40 mentre a novembre erano 75.