Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, un Natale di solidarietà: aiutate centinaia di famiglie in difficoltà

In campo Lions, Rotary e Rotaract, associazioni di volontariato, oltre al Comune e naturalmente la Caritas

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

Un Natale 2020 diverso, ma mai come quest’anno solidale ad Orvieto, in provincia di Terni. È quello che all’ombra del duomo vede mobilitarsi a favore delle famiglie che più ne hanno bisogno enti, istituzioni, associazioni e cittadini. In prima linea Rotary e Rotaract Club che, oltre a portare avanti il progetto Reboot, che prevede la consegna di computer rigenerati, hanno affidato a don Danilo Innocenzi, parroco di Sferracavallo, decine di pacchi contenenti beni di prima necessità. Una cinquantina quelli distribuiti dal Lions Club Orvieto in stretta collaborazione con don Marco Pagnotta, parroco del Duomo.

“L’iniziativa di solidarietà – riferiscono i Lions – è un primo passo di un impegnativo programma di aiuti che si svilupperà da gennaio a maggio 2021 con la consegna, ogni mese di derrate alimentari e sostegni finanziari alle parrocchie della città”. Il service, fortemente voluto dal Distretto 108-L che, attraverso la collaborazione con il Banco Alimentare fornirà i prodotti alimentari, è stato integrato con decisione unanime dei soci con interventi finanziari volti a supplire anche improrogabili esigenze come medicinali, utenze e affitti. Destinato alle famiglie in difficoltà anche il ricavato del tradizionale mercatino “Un dono per un dono” organizzato dalle volontarie della Croce rossa italiana di Orvieto che, per la prima volta, si svolge in maniera virtuale dando la possibilità di prenotare il proprio regalo telefonicamente al numero 339.8188011.

Ad oggi, sono 391 le famiglie residenti nel territorio aiutate attraverso il fondo di solidarietà dalla commissione Caritas della Diocesi attraverso il contributo straordinario dell'8xMille che ha già permesso di stanziare 250 mila euro. A questo si aggiunge il fatto che alcune parrocchie supportano la grande attività della Caritas anche nella distribuzione di alimenti e generi di prima necessità. Le donazioni possono essere versate direttamente alla Caritas. Il sostegno alle famiglie che, a seguito dell’emergenza, si sono trovate a fare i conti con precarietà lavorativa e difficoltà economica passa anche per i due bandi regionali che assegnano al territorio orvietano 118.938,14 euro per l'iniziativa “Noinsieme” e 22.734, 21 euro per “Family tech”, per un importo complessivo di 141.672,35 euro.

Dal 7 gennaio, intanto, potranno essere formulate le richieste per l’erogazione di assegni per il nucleo familiare con almeno tre figli minori. L’assegno, corrispondente a 145,14 euro mensili e per 13 mensilità, è concesso ai nuclei con un valore Isee inferiore alla soglia di 8.788,99 euro.