Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, l'inchiesta sul finanziere arrestato per corruzione nata da un esposto anonimo

Il pubblico ministero Giuseppe Petrazzini

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Una segnalazione-esposto anonimo su vicende pregresse, relative allo stesso finanziere indagato per corruzione. Da qui sarebbe nata l’indagine della procura di Perugia che ha portato a tre arresti di tre persone- il finanziere, Savino Strippoli, in carcere, e ai domiciliari due imprenditori Alvano Bacchi e Giovanni Sandomenico- e agli avvisi di garanzia per altri quattro. Tra cui un altro esponente della Gdf. Il fascicolo aperto da Giuseppe Petrazzini individua una delle società di cui è “ad” Bacchi (a cui non si contesta nulla, le ipotesi riguardano solo le persone fisiche) con sede Milano, che sarebbe stata parte di accertamenti su false fatture da parte dell’Agenzia delle entrate. Da qui gli “aiuti” del finanziere. Bacchi risulta titolare di cariche in altre sette società e ha avuto incarichi in 24 ditte.