Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga, arrestati due giovani dalla polizia stradale di Orvieto: hashish nell'auto per 20 mila euro

In manette un cileno di 26 anni e un'italiana 22enne. Viaggiavano con quasi due chili di stupefacenti

  • a
  • a
  • a

Due giovani, un cileno di 26 anni e una italiana di 22, sono stati arrestati nel territorio comunale di Orte, in provincia di Viterbo, sull’A1, dagli uomini della sottosezione della polizia stradale di Orvieto, in provincia di Terni, coordinati dal comandante, Stefano Spagnoli, per detenzione e trasporto a fini di spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, per la precisione hashish.

L’operazione, inserita nell’ambito dei servizi di vigilanza stradale particolarmente intensificati in questi giorni su indicazione del dirigente della sezione polizia stradale di Terni, vice questore Luciana Giorgi, è stata perfezionata intorno alle 20 di sabato 19 dicembre 2020, nei pressi del casello autostradale di Orte, come detto sull’autosole, in direzione Firenze. Un equipaggio “civetta” della stradale ha infatti notato transitare un’Alfa Romeo Giulietta, con a bordo la coppia, il cui conducente, manteneva una marcia eccessivamente rallentata e un atteggiamento particolarmente guardingo. 

Comportamenti questi, che non sono sfuggiti all’occhio attento degli agenti i quali, ritenendoli insoliti, hanno deciso di controllare la coppia. Scesi, entrambi gli occupanti, hanno mostrato subito un evidente nervosismo e, alla richiesta di dove fossero diretti, hanno fornito risposte vaghe e con indicazioni diverse. Dall’interno del veicolo, intanto, fuoriusciva un fortissimo odore che immediatamente è stato ricondotto, dai poliziotti, alla verosimile presenza di sostanza stupefacente.

Eseguita quindi un’ispezione all’interno dell’abitacolo, sotto il sedile lato passeggero è stata rinvenuta una busta di nylon, al cui interno erano riposti 18 panetti di  una sostanza di colore marrone che, successivamente, è risultata essere hashish. La coppia è stata subito arrestata, mentre la sostanza stupefacente rinvenuta è risultata poi essere un quantitativo complessivo pari a circa 1,800 chilogrammi, per un valore approssimativo, se immessa sul mercato, di oltre 20.000 euro.
La droga e l’autovettura sono state sequestrate, mentre gli arrestati rinchiusi nel carcere di Capanne, a Perugia, a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica presso il tribunale di Viterbo, Chiara Capezzuto.