Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, tre ristoranti cucineranno per i poveri nel giorno di Natale

Il 24 la cena nel dormitorio Sant'Anna e alla palestra Sant'Erminio. Il 25 il pranzo nei centri di ascolto

  • a
  • a
  • a

Quest’anno a Perugia non ci sarà il pranzo in cattedrale per i poveri ma il direttore della Caritas don Marco Briziarelli ha annunciato “non verrà meno un segno di conforto e di calore nelle giornate del 24 e 25 dicembre”. Nel dettaglio: il 24 sera, infatti, sarà distribuita la cena natalizia per i 14 ospiti del dormitorio Caritas Sant’Anna (in via Vincioli) e per i 25 senza tetto ospitati dal Comune alla palestra di Sant’Erminio; il 25, giorno di Natale, sarà consegnato il pranzo a 50 famiglie bisognose, individuate dai centri di ascolto della Caritas, per un totale di 200 pasti, grazie a un progetto di Galbani e Caritas Italiana che coinvolge alcuni ristoranti della città. “Cento pasti saranno garantiti dal perugino Peppone; 50 dal Balestruccio di Ferro di Cavallo e 50 dal Bella Napoli di Ponte San Giovanni”, ha specificato don Marco.

 

 

Sempre il giorno di Natale, la mensa San Lorenzo della Caritas resterà aperta per distribuire, come ogni giorno, i pasti donati dal Comune. “Già da questa settimana e fino all’Epifania - ha aggiunto Patrizia Moretti di Croce rossa italiana - consegneremo alle famiglie in cui sono presenti bambini, insieme alla spesa, anche i giochi frutto di donazioni, come la raccolta che i consiglieri comunali di Perugia hanno voluto fare per questo Natale”. Infine l’assessore Cicchi ha annunciato che il 28 dicembre i 25 senza tetto ospiti a Sant’Erminio si trasferiranno alfe cva di san Galigano e Rimbocchi.