Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, provoca danni in un locale e prende a pugni la barista: giovane condannato

Inflitti sei mesi ad un 27enne che aveva provocato il panico in via del Centenario, dopo aver bevuto. Poi aveva chiesto scusa

  • a
  • a
  • a

Un ternano di 27 anni è stato condannato a sei mesi di reclusione, con sospensione e non menzione della pena, oltre alla revoca della misura dell’obbligo di firma precedentemente applicata, nel processo intentato nei suoi confronti per aver dato in escandescenze all'interno di un bar di via del Centenario, a Terni.

I fatti risalgono ad inizio settembre 2020 quando il giovane, evidentemente ubriaco, era entrato nel locale all'ora dell'aperitivo, aveva rotto alcune bottiglie e rovesciato il mobilio, prima di minacciare a più riprese e poi addirittura a colpire con un pugno al volto la barista. Erano così intervenuti i carabinieri della Compagnia di Terni che lo avevano arrestato in flagranza di reato.

La condanna è arrivata nel pomeriggio di giovedì 17 dicembre 2020 al tribunale di Terni, pm Catia Naldi, giudice Biancamaria Bertan. Da segnalare che durante il processo è emersa la remissione della querela per i reati di lesioni e minacce da parte della barista, che era persona offesa, a seguito di una lettera di scuse del 27enne, la cui difesa è stata curata dall'avvocato Alessio Pressi.