Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Suarez, tutti i filoni di indagine aperti: dalla fuga di notizie agli ultimi incarichi messi a bando all'UniStra

  • a
  • a
  • a

La Procura di Perugia, guidata da Raffaele Cantone, prosegue le indagini dopo lo scandalo Suarez su molti fronti: quello relativo all’ipotizzata fuga di notizie sulla stessa inchiesta che avrebbe fatto decidere alla Juventus di fare marcia indietro rispetto all’acquisto del pistolero
Ci sono poi gli accertamenti legati ai concorsi da ordinari: tre su quattro sarebbero andati a fedelissimi di Grego Bolli, mentre il quarto, aggiudicato da una docente torinese che non è stata mai assunta. “La mancata assunzione - scrivono i pm nella richiesta di misure cautelari - potrebbe configurare di per sé un’autonoma ipotesi di reato”. C’è  dell’altro. Il giorno delle perquisizioni la governance ha messo a bando altre tre cattedre, una di diritto privato, una di sociologia e una di “idraulica, costruzioni marittime, materia apparentemente estranea a quelle tradizionalmente insegnate nell’ateneo”, annotano i pm nella richiesta. Non solo: i magistrati stigmatizzano anche  il fatto di aver bandito un’ulteriore procedura concorsuale per sostituire i trasferiti ad altro incarico dopo le perquisizioni, “non avendo curiosamente reperito nel proprio organico alcuna figura professionale adeguata a tali incarichi”.
C’è infine il filone relativo alla presunta corruzione per i lavori in casa di Olivieri. Tutte questioni per cui la Procura indaga ancora.