Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid in Umbria, entro autunno 2021 vaccino per 200 mila cittadini. Medici e infermieri avranno la priorità

  • a
  • a
  • a

Almeno 200 mila umbri saranno vaccinati contro il Covid entro l’autunno del 2021. E’ quanto riferito nel corso della conferenza stampa sull’andamento dell’epidemia nella regione dall’assessore alla salute, Luca Coletto e dal commissario per la gestione dell’emergenza Coronavirus, Antonio Onnis, che già da settimane stanno lavorando a un piano di gestione in stretto contatto con il commissario nazionale, Domenico Arcuri. Lo scorso anno per il vaccino antinfluenzale erano state utilizzate, in Umbria, 175 mila dosi. 
Già individuati i quattro ospedali (Perugia, Terni, Foligno e Città di Castello) dove, dal centro di stoccaggio di Pratica di Mare, arriveranno da gennaio le dosi vaccinali che saranno poi trasportate in circa dodici centri di somministrazione. Qui gruppi di lavoro composti da medici e infermieri garantiranno il servizio 7 giorni su 7. Per quanto riguarda il reperimento di personale sarà aperto a breve un bando nazionale ma non sono state ancora definite le quote per l’Umbria. “A preoccupare di più è la gestione della somministrazione del vaccino nelle carceri e nelle Rsa visto che l’Umbria”, ha spiegato il commissario Onnis. La somministrazione del vaccino sarà su base volontaria, chi interessato dovrà avanzare la propria disponibilità. Ad avere la precedenza saranno i sanitari e le categorie a rischio.