Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Inseguimento a Terni, giovane incensurato non si ferma all'alt della polizia e trascina un agente: arrestato

Indosso al ragazzo trovata anche marijuana, per uso personale. Fermo convalidato, disposto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

  • a
  • a
  • a

Resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, oltre alla segnalazione alla prefettura di Terni come assuntore di sostanze stupefacenti

Sono i reati di cui dovrà rispondere un ventenne ternano, incensurato, arrestato per aver forzato l'alt intimato da una pattuglia in borghese della sezione antidroga della questura di Terni, in servizio di prevenzione dei reati connessi agli stupefacenti e per il rispetto delle norme anti Covid, nella notte tra lunedì 7 e martedì 8 dicembre 2020. L'auto del ragazzo è stata vista sfrecciare dalla polizia, proveniente da viale dello Stadio. Arrivata alla rotonda Partigiani, approfittando di alcune auto in fila, uno degli agenti è riuscito a inserirsi nel finestrino, intimando ancora una volta al giovane di fermarsi. Il ventenne, invece, ha spinto sull'acceleratore, trascinando il poliziotto per circa 40 metri, prima di riuscire a liberarsi, cadendo rovinosamente sull'asfalto. Il tutore dell'ordine ha subìto ferite giudicate guaribili in 15 giorni.

Un'altra auto della polizia si è messa sulle tracce del fuggitivo che è stato bloccato nei pressi di quella che è risultata essere la sua abitazione. Indosso, negli indumenti intimi, nascondeva anche un involucro con circa cinque grammi di marijuana, quantitativo considerato quindi per uso personale.  Nella direttissima di mercoledì 9 dicembre 2020 è stato convalidato l’arresto e il giovane è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il ragazzo si è giustificato affermando di non aver capito che fossero poliziotti e di aver pensato che viceversa fossero dei malintenzionati a intimargli di fermarsi.