Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, confiscati beni per 350 mila euro a un condannato per usura

Esplora:

  • a
  • a
  • a

I militari del comando provinciale della guardia di finanza di Perugia, hanno eseguito un provvedimento di confisca definitiva di un immobile del valore di circa 350.000 euro nei confronti di un condannato per reati di usura, residente a Perugia. La confisca costituisce l’epilogo di indagini patrimoniali svolte dalla guardia di finanza di Perugia e delegate dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia. Gli specialisti del G.I.C.O., in sinergia con l’aliquota della guardia di finanza del comando provinciale di Perugia, hanno accertato la sperequazione tra i beni entrati nella disponibilità del condannato ed i redditi dichiarati, documentando la riconducibilità nei confronti del preposto di un complesso immobiliare intestato ad una società con sede in Florida, negli Stati Uniti.  L’iter giudiziario, iniziato nel novembre 2018 con il sequestro preventivo dell’immobile, si è concluso con la pronuncia della Corte di Cassazione, la quale ha rigettato il ricorso delle parti rendendo definitiva la confisca. I beni sono stati assegnati all’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, che ne prevede  il riutilizzo sociale.