Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, quattro detenuti ancora positivi al Covid nel carcere di Sabbione. Per gli agenti solo dieci mascherine al mese

SI è registrato nei giorni scorsi il primo decesso di un detenuto, ricoverato all'ospedale Santa Maria per l'aggravarsi delle sue condizioni

  • a
  • a
  • a

Sono ancora quattro i detenuti positivi al Covid reclusi nel carcere di vocabolo Sabbione, a Terni. Qualche settimana fa erano oltre 70 i contagiati. Il focolaio che  era  scoppiato all'interno della casa circondariale aveva molto preoccupato il personale civile che lavora all'interno, ma ora l'allarme è rientrato.

Intanto si è registrato il primo decesso di un detenuto per il Coronavirus, un 62enne calabrese morto dopo essere stato ricoverato all'ospedale Santa Maria per il peggioramento delle sue condizioni. L'avvocato del recluso aveva chiesto più volte i domiciliari, ma non gli erano stati concessi. Dopo la morte, sempre attraverso lo stesso legale, i familiari hanno presentato un esposto alla procura della Repubblica per chiedere l'autopsia sulla salma, così da accertare le cause ed eventuali responsabilità.

Intanto per gli agenti di polizia penitenziaria, che più volte hanno denunciato di dispositivi di sicurezza  (mascherine e guanti) in quantità insufficiente, è emerso che al momento hanno ancora a disposizione meno di dieci mascherine al mese. Insomma, le condizioni di lavoro precarie sembrano preoccupare sempre i civili che prestano servizio tutti i giorni all'interno della casa circondariale.