Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto Angelo Carini detto Cinquantuno, uno degli ultimi maestri della pittura sulla ceramica

  • a
  • a
  • a

Mondo della ceramica in lutto. Si è spento all’età di 86 anni Angelo Carini, da tutti conosciuto con il nome d’arte di Cinquantuno. Era uno dei più talentuosi pittori ceramisti di Gualdo Tadino e uno degli ultimi maestri. Dopo essersi formato da Mastro Giorgio (1946-47), Otello Frillici (qualche mese di fine ’47),  Alfredo Santarelli (1948-56) e Teobaldo Pimpinelli (1956-60), grazie professor Santarelli entra in contatto con Afranio Metelli, il celebre artista che si era stabilito a Gualdo Tadino nel 1951 e subito dopo conosce lo stilista Pino Lancetti. Dopo essersi trasferito a Sassuolo viene chiamato alla direzione tecnica di industrie ceramiche in Venezuela (Ceramica Carabobo e Decoceramica Nacional, 1969-77) e Spagna (1977-78). Rientrato a Gualdo Tadino, apre un proprio laboratorio dedicandosi alla realizzazione di pannelli e piatti. Nel 2004 un suo pannello raffigurante l’estasi del Beato Angelo di fronte alla Madonna e a San Michele Arcangelo, con i due compatroni della città di Gualdo, è stato collocato in un portale gotico sull’esterno della chiesa di Santa Maria, in corso Italia.