Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid Umbria, un collegio di esperti a Roma per autopsia su Stefano Brando, il medico morto per il virus

  • a
  • a
  • a

Verrà eseguita martedì primo dicembre a Roma, al Policlinico Gemelli, l’autopsia sul corpo del dottor Stefano Brando, il medico di base morto di Covid il 19 novembre. Gli accertamenti inizieranno intorno alle 10. La procura di Perugia ha conferimento l’incarico peritale ad un collegio di esperti, come previsto da nuova normativa. Si tratta del medico legale Antonio Oliva, dell’anatomo-patologo Vincenzo Arena e del rianimatore Andrea Arcangeli. Quest’ultimo è un consulente medico del Papa. I tre hanno chiesto il termine per l’incarico al 1 di marzo. La Procura lo ha accordato. La moglie di Brando, attraverso il suo legale, il professor Carlo Bonzano di Roma, si è riservata di indicare un consulente di parte. Lo stesso ha fatto la figlia rappresentata dall’avvocato Marco Piazzai, del foro di Perugia. Entrambi i legali esprimono “massima fiducia” negli inquirenti. Nell’esposto denuncia presentato dalla moglie del dottor Brando si chiede di accertare eventuali ritardi - nell’attivazione del pronto soccorso, prima, e nel trasferimento da malattie infettive a rianimazione, poi – nella cura del paziente, che avrebbe contratto il Covid nello svolgere l’assistenza medica.