Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In Umbria in un anno dimezzati i minorenni denunciati e segnalati per droga

Esplora:

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

I minorenni denunciati all’autorità giudiziaria o segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti nel 2019 si sono dimezzati rispetto all’anno precedente. E’ quanto emerge dalla Relazione annuale in Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze. In particolare, secondo quanto riportano i dati ufficiali, nel 2019 i minori denunciati sono stati 13 di cui 3 minori di 15 anni, nel 2018 erano stati 32, nel 2017 25. Per quanto riguarda invece la segnalazione come assuntori in Prefettura, nel 2019 sono stati 29 di cui 4 sotto i 14 anni, nel 2018 erano stati ben 72. 
Dimezzati anche gli assuntori totali, compresi dunque gli over 18: nel 2018 erano stati 448 di cui 398 maschi e 50 donne, nel 2019 invece sono stati in totale 215, di cui 197 maschi e 18 donne. 
Sono in calo anche le denunce: nel 2019 sono state 304 in totale, di cui 228 per cocaina, 56 per eroina, 56 per cannabis, 53 per marijuana nessuna per sostanze sintetiche. L’anno precedente erano state 595 totali di cui 423 per cocaina, nel 2017 invece erano state 592. 
L’altro dato, molto positivo che conferma il trend già in atto da alcuni anni è quello relativo alle morti per overdose nel cuore verde che anni fa, soprattutto per quanto accadeva a Perugia, era balzata agli onori delle cronache con epiteti poco edificanti proprio per il massiccio uso di droga e anche per tantissime overdose.
Nel 2019 i morti per droga sono stati dunque 9, l’anno precedente erano state 11, come nel 2017. Nel 2015 e 2016 erano state 9, nel 2014 erano state 17, 19 nel 2013, 25 nel 2012, 27 nel 2011 e 28 nel 2018. In dieci anni si sono ridotte di oltre un terzo. 
Sono invece raddoppiate le quantità di droga sequestrate nel 2019 rispetto all’anno precedente. In particolare, nell’anno preso in esame la forze di polizia hanno tolto dal mercato dello spaccio 163,15 chili, nel 2018 erano stati 73,84 nel 2017 221,34 chilogrammi. I sequestri del 2019 sono stati in particolare: 3, 52 chili di cocaina, 4,6 chili di eroina, 29,55chili di hashish e 126 chili di marijuana. Le operazioni antidroga che hanno portato ai sequestri sono state 276 nel 2019 mentre erano state 376 l’anno precedente. 
I procedimenti penali correlati alla droga sono stati 1.407 e hanno coinvolto 3.397 persone, nel 2018 erano stati 1.424 con 3.563 persone indagate. 
In particolare, nella relazione viene evidenziato che “la distribuzione regionale delle persone coinvolte nei procedimenti per reati collegati allo spaccio ogni 10 mila residenti ha evidenziato i valori più elevanti in Calabria, Lazio, Sardegna Molise e Umbria”.
Tra questi 82 sono per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio e coinvolgono 614 persone, l’anno prima erano 85 con 724 persone coinvolte. 
Nel 2019 sono state condannate per droga 204 persone in via definitiva (di cui il 67, 6% stranieri), nel 2018 erano state 163 di cui 62% stranieri. L’Umbria si conferma tra le regioni con più alto tasso di detenuti per reati collegati alla droga con il 39%.