Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid Umbria, associazioni categoria contro ordinanza che chiude negozi domenica 6 dicembre

  • a
  • a
  • a

Le associazioni di categoria chiedono alla Regione di rivedere l’ordinanza firmata dalla presidente Donatella Tesei che conferma la chiusura delle attività commerciali anche per domenica 6 dicembre. Confartigianato Umbria, pur comprendendo la finalità del contrasto dell’epidemia, ritiene che i protocolli sanitari vigenti siano efficaci e quindi la decisione di mantenere la chiusura di tutte le attività commerciali anche domenica 6 dicembre in Umbria “sia un provvedimento di estrema gravità, che potrebbe determinare chiusure aggiuntive delle attività commerciali che stanno soffrendo una crisi eccezionale”.
In una nota, Confartigianato puntualizza che domenica 6 dicembre quest’anno coincide con l’avvio commerciale del periodo natalizio e costringere il commercio umbro alla chiusura (chiusura che non devono osservare né le zone gialle, né quelle arancioni, praticamente quasi l’intero territorio nazionale) appare un provvedimento sproporzionato e ingiustificato rispetto agli andamenti dell’epidemia in Umbria. “Chiediamo di revocare tale obbligo aggiuntivo”, dicono i vertici di Confartigianato Umbria. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente di Confcommercio Umbria, Giorgio Mencaroni, che ha più volte evidenziato l’importanza di lavorare nel mese di dicembre per i negozianti, già stremati da una pandemia dai risvolti economici assolutamente drammatici.