Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, accese le luminarie natalizie ma niente mercatini. La musica di Umbria Jazz su tutto il centro storico

  • a
  • a
  • a

A Perugia priorità rispettata: accendere le luminarie natalizie nell’ultimo fine settimana di novembre in coincidenza con il Black Friday. “Ci siamo riusciti. Sembrava impossibile”, dicono dal consorzio Perugia in centro. Il progetto di Natale dell’acropoli, pur ridimensionato rispetto ai piani fatti mesi fa, è comunque andato avanti assicurato da una collaborazione stretta fra associazioni dei commercianti (Perugia in centro, Perusia futura e Confraternita del Sopramuro), amministrazione comunale e altre realtà culturali del territorio, tra le quali Umbria jazz. Su un budget a disposizione di 80 mila euro, coperto, per la metà dal Comune e per il resto a carico degli operatori commerciali, circa 300, si sono accese le luci, sono stati allestiti e addobbati oltre 140 alberelli fuori dalle vetrine dei negozi e si animeranno le piazze. Grandi assenti i mercatini, le giostre e la pista di ghiaccio. “Abbiamo puntato sulla scenografia”, commentano gli organizzatori.
La musica e le piazze E proprio per questo un ruolo da protagonista è stato assegnato alla musica grazie a un accordo stretto con Umbria jazz. “Proporremo attraverso la filodiffusione su tutto il centro storico una selezione di 80 brani a cura della nostra direzione artistica”, anticipa Gianluca Laurenzi, presidente della Fondazione Uj. “Una selezione di melodie a carattere natalizio suonate da musicisti tra quelli passati negli anni sul palco del festival”, specifica. Non solo, piazza della Repubblica ospiterà la casa di Radio Babbo Natale in collaborazione con Mascheradio e Umbria Radio. 
Confermato anche l’albero di Natale alto 18 metri in piazza IV Novembre che già da martedì dovrebbe essere libera dalle transenne poste intorno alla scalinata del duomo e di palazzo dei Priori per evitare assembramenti. Ancora da decidere piazza Italia. Lunedì ci sarà un sopralluogo per pianificare come illuminare le grandi piante dei giardini Carducci. “E’ uno spazio impegnativo che - commenta Gianluca Alimenti di Perugia in centro - che va studiato e ci siamo riservati di valutarlo alla luce delle nuove disposizioni”.
I borghi Anche nei borghi i commercianti aderiscono a riscaldare il clima con luci e addobbi da Borgo Bello a Porta Pesa fino a corso Garibaldi. In particolare, borgo Sant’Antonio rinnova la sua tradizione di via dei presepi che si potranno vedere da fuori.