Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Psicologi a scuola in Umbria, già 50 istituti hanno aperto i bandi per il reclutamento

  • a
  • a
  • a

La scuola ha bisogno di psicologi. E in Umbria già una cinquantina di istituti hanno aperto i bandi di selezione per inserire figure professionali di questo tipo. Lo scopo è rispondere con i giusti strumenti al clima di paura che si è diffuso durante i mesi di pandemia Covid. I bandi, finanziati dal ministero dell’Istruzione in accordo al protocollo stretto con Cnop (Consiglio nazionale ordine psicologi), nella regione si stanno avviando grazie a una collaborazione tra Ufficio scolastico regionale (Usr) e Ordine degli psicologi dell’Umbria. A coordinare i progetti è lo stesso l’ordine con il gruppo di Psicologia scolastica coordinato dalla dottoressa eugubina Elena Arestia.
Dottoressa, sono già 50 le scuole che hanno attivato i bandi ma fino a quando sarà possibile procedere?
Entro il 2020. Contiamo che allora gran parte degli istituti dell’Umbria si saranno mobilitati per portare avanti il progetto.
Come hanno risposto le diverse zone dell’Umbria?
Uniformemente anche se le realtà dell’Alto Tevere sono state tra le più compatte.
Tutti gli istituti di ogni ordine e grado hanno risposto?
Principalmente gli istituti onnicomprensivi, ovvero quelli che vanno dall’infanzia alle medie.
Gli psicologi all’interno delle scuole come saranno impiegati?
Ogni istituto scolastico si muoverà in autonomia ma le linee sono principalmente due: attivare degli sportelli per consultazioni con una programmazione di incontri settimanali diretti ad alunni, docenti e alle stesse famiglie. Oppure intraprendere un percorso di formazione rivolti agli insegnanti per fornire loro strumenti atti a gestire l’emotività. a stimolare la resilienza e gestire la quotidianità dei ragazzi. Il percorso sarà di circa 40 ore in questa prima parte dell’anno scolastico.
Quando sono partite le scuole e che disponibilità economica hanno per gestire il servizio?
C’è chi ha iniziato i primi di questo mese. Da settembre a dicembre ogni scuola, che ha aderito, ha ricevuto dal Ministero 1.600 euro ed è prevista una tariffa oraria per lo psicologo di 40 euro l’ora. Per i prossimi sei mesi l’ammontare della dotazione del MI ovviamente raddoppia a 3.200 euro.