Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, minorenni violentate: lo stupratore 19enne è stato scarcerato. Sarà ai domiciliari dalla madre

Niente convalida dell'arresto

Francesca Marruco
  • a
  • a
  • a

Dopo poco più di cinque mesi in cella, il 19enne Fernando Polzoni, arrestato dopo aver stuprato una 15enne in centro a Perugia esce di galera. Lo ha deciso nei giorni scorsi il gip di Perugia che ha accolto l’istanza presentata dai suoi legali, Daniela Paccoi e Guido Rondoni. Così, martedì sera, il ragazzo - a cui vengono contestati quattro episodi di violenza nei confronti di altrettante minorenni - ha lasciato la cella ed è tornato a casa della madre. La proposta del pool difensivo è stata quella di trovare per lui  un collocamento in una comunità di recupero. Da diverse analisi effettuate è infatti emerso che il 19enne faceva uso di sostanze stupefacenti e alcol.  I legali hanno quindi intrapreso una interlocuzione con il Sert per portare il ragazzo in comunità. L’ottica è quella del recupero di un giovane, le cui valutazioni in carcere, hanno fatto emergere anche problematiche psicologiche. Ieri intanto, si è concluso anche l’incidente probatorio con il deposito della perizia medico legale eseguita sulle ragazzine vittime  del 19enne. La dottoressa Anna Maria Verdelli ha confermato l’esistenza di violenza per tutte. Gli episodi di cui il 19enne si è reso responsabile erano emerse  dopo l’ultimo stupro di metà giugno in centro a  Perugia. Nei giorni seguenti era emerso che sempre lui aveva abusato di un’altra minore a gennaio nel parcheggio di un centro commerciale a Corciano. E poi lo aveva denunciato anche una terza giovane. Dopo l’udienza di ieri il gip ha rimesso gli atti al pm che ora potrebbe anche chiedere il rito immediato.