Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, neonato trovato morto nel parcheggio dell'Eurospin: in appello due anni in meno alla madre

Gli avvocati della donna avevano chiesto la derubricazione dell'omicidio in infanticidio e, in subordine, in omicidio preterintenzionale

  • a
  • a
  • a

Uno sconto della pena comminata in primo grado: da 16 a 14 anni di carcere.

Si è concluso così, in sede di corte d'assise d'appello di Perugia, il processo di secondo grado per Giorgia Guglielmi, la 29enne ternana condannata  per l’omicidio, volontario e aggravato, del figlio che aveva da poco dato alla luce e che aveva poi abbandonato nel parcheggio del supermercato Eurospin di Borgo Rivo. Il piccolo era stato poi trovato privo di vita nella serata del 2 agosto 2018.

Nella sentenza, le cui motivazioni verranno pubblicate entro i prossimi tre mesi, la corte, presieduta dal giudice Giancarlo Massei, dovrebbe aver tenuto in maggior conto delle attenuanti generiche. Gli avvocati della donna,  Alessio Pressi e Attilio Biancifiori, avevano chiesto la derubricazione dell’omicidio nel reato di infanticidio e, in subordine, il riconoscimento dell’omicidio preterintenzionale e comunque avevano chiesto una diversa considerazione delle attenuanti generiche, richiesta - quest'ultima - che dovrebbe aver convinto la corte.

Giorgia Guglielmi al momento sta scontando la pena in una comunità della provincia di Roma.