Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, titolare della farmacia rapinata al rientro dal lavoro da finti finanzieri: "Un'esperienza scioccante"

  • a
  • a
  • a

Rapinata a Perugia la titolare della farmacia di San Martino in Colle, Maria Francesca Cozzari. Il bottino ammonta ad alcune migliaia di euro che la dottoressa avrebbe dovuto depositare in banca il giorno dopo. Il colpo è stato messo a segno mercoledì sera in auto sulla strada del rientro a casa. La dottoressa ricostruisce così i fatti. “Sono uscita dal lavoro intorno alle 20,20 e sono partita con l’auto. Percorse poche decine di metri sulla strada Marscianese in direzione del paese, mi ha affiancato una Audi grigia dotata di lampeggiante e una persona che stava all’interno ha tirato fuori il braccio e ha iniziato a fare segno con una paletta uguale a quelle utilizzate dalle forze dell’ordine. Mi ha intimato di fermarmi urlando Guardia di finanza, accosti e si fermi".

 

 

Questo è accaduto prima dello svincolo per Pila all’inizio del plesso scolastico delle scuole medie. La dottoressa Cozzari, intimorita dalla perentoria segnalazione, ha rallentato e poi bloccato l’auto trovandosi l’Audi di fronte a sbarrarle la strada. E' stato a quel punto che fulmineamente dalla vettura ha visto scendere due uomini incappucciati. “I due hanno prima tirato via le chiavi dal mio cruscotto e subito dopo mi hanno portato via dall’auto la borsa e altre buste. Poi i due banditi sono scappati e risaliti in macchina”. Appena la dottoressa Cozzari si è ripresa dallo spavento e ancora incredula per quello che era successo, ha chiamato con il cellulare il marito che l'ha raggiunta dopo pochi minuti mentre dal paese stavano accorrendo alcuni passanti. “E’ stata un’esperienza scioccante. Posso solo dire che quanto mi è successo è sicuramente stato il frutto di una conoscenza chiara delle dinamiche dei miei spostamenti. Evidentemente i ladri mi hanno osservato e pedinato precedentemente, hanno agito con premeditazione conoscendo perfettamente i miei movimenti”.