Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, sdoganate due milioni di mascherine generiche dall'Agenzia delle Dogane

I dispositivi di protezione, conformi alle normative CE, erano arrivati dalla Cina, destinati a un'azienda privata che li commercerà nel mercato libero

  • a
  • a
  • a

Erano indirizzate ad un’azienda privata, destinate quindi al libero mercato, ma il fatto è comunque da rimarcare perché in tempi di  utilizzo a raffica di dispositivi di protezione averne sbloccata a tempo record la consegna è senz’altro importante. Si tratta di un quantitativo di ben 2 milioni 142 mila mascherine generiche che sono arrivate alla Cina  lunedì 16 novmbre 2020 e immediatamente sdoganate dalla sede ternana dall’Agenzia delle Dogare e Monopoli, divisione Toscana, Marche, Umbria.

Le verifiche si sono concentrate, in particolare, sulla conformità alle normative vigenti, in particolare alla certificazione europea (il marchio CE) che di fatto sancisce che sono state realizzate a regola d’arte, nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza. Gli operatori dell’Agenzia delle Dogane, così, si sono messi subito all’opera per favorire l’arrivo a destinazione della merce, che poi l’azienda distribuirà ai suoi committenti.

Il rispetto della normativa CE è un caposaldo nella valutazione della merce che entra nel nostro Paese dall’estero. Non è solo un problema di contraffazione, e quindi di tutela dei marchi, ma anche, e forse soprattutto, della sicurezza di chi poi va acquistare i prodotti.