Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, anche i tribunali si difendono dal virus: udienze ridotte o da remoto

Il Tribunale di Perugia

  • a
  • a
  • a

L’avanzata del Covid cambia (di nuovo) anche il modo di fare processi. Del resto aule e tribunali non sono affatto esenti dalla circolazione del virus. Per cui, a Perugia, il presidente del tribunale, Mariella Roberti, insieme al procuratore, Raffaele Cantone, al presidente dell’ordine degli avvocati, Stefano Tentori Montalto e a quello della Camera Penale, Vincenzo Bochicchio, hanno firmato un protocollo che prevede diverse cose: udienze di convalida, Riesame, interrogatori, ma anche udienze camerali, così come udienze dibattimentali filtro o comunque senza testimoni potranno essere trattate da remoto. E sulla piattaforma adottata le parti potranno anche produrre atti in tempo reale. Va invece prediletta la trattazione in presenza di tutti quei processi che implicano la presenza di testimoni, la deposizione di periti, o la discussione di riti abbreviati o patteggiamenti. 
Anche a Terni, oltre quelle in essere, disposte dalla presidente Rosanna Ianniello, relative tanto all'area civile quanto al penale. Per ciò che attiene il civile, le udienze si svolgeranno a porte chiuse - tra le ore 9 e le 15.30, salvo particolari udienze pomeridiane - e con un numero di procedimenti rimodulabile “in corsa” e comunque compatibile con le esigenze sanitarie e lo svolgimento dell'attività giudiziaria. La forma privilegiata, quasi esclusiva, sarà quella della trattazione scritta: le memorie verranno depositate per via telematica, riservando ad una minima percentuale 'in presenza' quei procedimenti per cui non sarà possibile fare altrimenti. 
Per il giudice di pace, ciascuna udienza non potrà superare il numero di 20 procedimenti sempre nella fascia dalle 9 alle 15.30. In ambito penale, almeno fino al 31 gennaio, ciascuna udienza avrà un numero massimo di procedimenti trattabili: fino a 15 per il giudice di pace, fino a 10 per il monocratico e fino a 6 per il tribunale in composizione collegiale. A questi numeri possono essere aggiunti 3 processi di prima comparizione e quindi “rapidi” per definizione. Le udienze inizieranno alle ore 9 - con termine alle 15.30 salvo casi particolari - con intervalli di 30, 60 o 90 minuti a seconda delle valutazioni del giudice interessato. Presso il gip/gup continueranno invece ad essere trattate 'da remoto' le udienze di convalida di arresti/fermi e quelle relative ad imputati detenuti.