Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, nel dopo Covid sarà l'export la chiave per uscire dalla crisi: se ne parla al Glocal Economic Forum

 Il presidente di ESG89, Giovanni Giorgetti

Il digital event venerdì in diretta facebook, youtube e sul sito del Corriere dell'Umbria

  • a
  • a
  • a

Strategie di internazionalizzazione è il tema del Glocal Economic Forum 2020, il digital event voluto da ESG89, con il suo presidente Giovanni Giorgetti, per sostenere lo sviluppo strutturale dell'economia regionale e delle imprese che la compongono. Una riflessione che arriva in un momento particolarmente complesso per l'economia mondiale a causa dell'emergenza sanitaria in corso. Interverranno economisti, giornalisti, docenti universitari e rappresentanti delle istituzioni per un confronto a 360 gradi su un argomento più che mai attuale. “L'internazionalizzazione oggi rappresenta non solo una priorità, bensì una necessità vitale per il nostro tessuto produttivo - evidenzia l'onorevole Manlio Di Stefano, sottosegretario del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Per il Governo e la Farnesina questo significa essere al fianco delle aziende che cercano di espandersi sui mercati esteri e siamo in grado di farlo grazie alla capillarità della nostra rete diplomatico-consolare e grazie alla nuova strategia messa in campo dal patto per l'export”. Carmela Colaiacovo, vicepresidente Confindustria Alberghi e presidente della sezione Turismo di Confindustria Umbria, sottolinea ancora una volta come il 2020 si stia prefigurando come uno degli anni peggiori per l'industria turistica mondiale economici. “Sono necessarie - ribadisce - politiche pubbliche flessibili, concrete ed efficaci in piena collaborazione con gli operatori del turismo e con tutte le filiere economiche ad esso collegate”. A questo proposito, Ines Aronadi, dirigente Ice Coordinamento promozione Made in Italy, spiega come l'Agenzia Ice, a seguito del diffondersi del Covid-19, sia intervenuta a favore del sistema produttivo italiano con misure di impatto immediato volte a sostenere le aziende che partecipano alle sue iniziative promozionali”. E Beppe Ghisolfi, vicepresidente Gruppo europeo delle Casse di risparmio – Esbg, pone l'accento su come un sistema bancario efficiente abbia erogato in pochi mesi oltre 300 miliardi di moratorie e 100 miliardi di prestiti garantiti. Un concetto ribadito anche da Pierfrancesco Gaggi, Abi (Associazione bancaria italiana) per il quale le banche italiane stanno compiendo ogni sforzo per sostenere le necessità di finanziamento delle imprese anche in questo momento di grave difficoltà. Francesca Colaiacovo, presidente Gruppo Financo, sottolinea l'importanza della sostenibilità, in ogni sua declinazione, anche in una fase così delicata. Per Riccardo Concetti, presidente Umbria Export, il settore può ancora crescere molto. “Sono molte le eccellenze produttive umbre che hanno raggiunto fama internazionale - spiega - E' però anche vero che il volume delle esportazioni della nostra regione non rappresenta neppure l'1 % di quello nazionale”. La ripresa post Covid, di certo, non potrà prescindere da un rilancio dell'export e della internazionalizzazione, come evidenzia Mauro Alfonso, ad Simest. Anche per il giornalista Davide Giacalone, il dopo Covid per l'Italia delle esportazioni sarà una stagione preziosa.“Ma la politica deve garantire agevolazioni fiscali e incentivi per chi produce il prodotto italiano”, rimarca Domenico Guzzini (Fratelli Guzzini). “L'Italia esprime imprese di eccellenza a livello mondiale, spesso in nicchie di mercato molto specifiche, poco visibili e poco “glamour” - dice Paolo Gambarini (Wise Equity) - Per continuare a mantenere questa leadership è fondamentale esprimerla con forza sui mercati internazionali e non (solo) difenderla su quelli domestici”. Il Glocal Economic Forum si aprirà alle 10 di domani e potrà essere seguita in diretta su facebook (https://www.facebook.com/events/855353838607453), youtube (https://www.youtube.com/watch?v=b16_qU4YJYU) e sul sito web del Corriere dell'Umbria.