Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferentillo, in ospedale per Covid l'uomo di 43 anni che si salvò dal naufragio della Concordia

  • a
  • a
  • a

Umberto Trotti, il ristoratore di Ferentillo sopravvissuto al naufragio della Concordia il 13 gennaio del 2012, è in terapia intensiva all’ospedale di Terni dopo essere stato contagiato dal Covid. Al 43enne era stata diagnosticata una polmonite bilaterale, ma quando si è sottoposto al tampone ha scoperto di essere stato contagiato dal virus. Positivi, ma non ricoverati in ospedale, anche suo padre, sua moglie e i due figli. Umberto gestisce da anni con successo l’Osteria del Trap a Ferentillo. Da dieci giorni è in ospedale, ma non si dà per vinto e continua a lottare con tutte le forze, come ha sempre fatto nella sua vita. Ha subito chiuso il locale, ma assicura ai suoi clienti che tornerà presto. Intanto ringrazia i medici e gli infermieri che gli sono accanto e invita i ternani a usare la massima prudenza. “Questo virus - afferma - è pericoloso e non conosce età. Occorre stare molto attenti”.