Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, esplode la protesta contro la chiusura dell'ospedale. Il sindaco contro Usl e Regione

  • a
  • a
  • a

Manifestazione di protesta, durante la mattinata di sabato 7 novembre, a Narni, in difesa dell’ospedale. Numerosi i cittadini che si sono ritrovati di fronte alla portineria del nosocomio insieme al sindaco Francesco De Rebotti. Quest’ultimo ha lamentato di essere stato informato all’ultimo momento dall’Usl con una mail in merito allo spostamento dei chirurghi di Narni e Amelia a Spoleto con la conseguente chiusura delle sale operatorie. Critiche alla Regione anche da parte del M5s. Di tutt’altro avviso Eleonora Pace (FdI), presidente della commissione Sanità della Regione dell’Umbria. “Trovo vergognoso - ha detto - che ci siano amministratori comunali, con in testa il sindaco di Narni, che mistifichino la realtà, seminando il panico tra i cittadini e mortificando gli operatori che da sempre si spendono in maniera impeccabile per il nostro presidio, raccontando cose che non esistono. Nessuno chiuderà l'ospedale civile di Narni e nemmeno quello di Amelia dove, come spiegato chiaramente nella comunicazione del commissario della Usl, sarà interrotta soltanto l'attività chirurgica vista la richiesta di anestesisti per le rianimazioni di Spoleto. Appena arginata l'emergenza i due ospedali riprenderanno la loro regolare attività”.