Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ast, l'ad Burelli ai sindacati: “Investimenti per 20 milioni e licenziamenti per 31 impiegati amministrativi”

Perplessità dei rappresentanti dei lavoratori sull'ipotesi dello spettacolo di Capodanno di Raiuno ospitato nell'azienda per il rischio Covid

  • a
  • a
  • a

Investimenti, occupazione, volumi produttivi e perfino Capodanno Rai in azienda, sono stati i temi trattati nel corso del summit tra l’amministratore delegato di Ast, Massimiliano Burelli, i segretari territoriali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Usb e i delegati della Rsu.

Le parti devono trovare la quadratura del cerchio sull’accordo ponte, per mantenere la pace sociale, in attesa della vendita dello stabilimento, perché il precedente è scaduto il 30 settembre 2020. Burelli ha annunciato che gli investimenti per l’anno fiscale ottobre 2020-settembre 2021 sono circa 20 milioni, di cui 13 nuovi investimenti e 7 per il completamento del progetto scorie. Per quanto riguarda i livelli occupazionali l’azienda ha confermato l’esubero strutturale di 31 impiegati amministrativi e l’intenzione di aprire una procedura di licenziamento collettivo incentivata e senza l’opposizione dei lavoratori, quando sarà superato il blocco dei licenziamenti previsti dal Governo, ad oggi, fino al 31 marzo 2021.

I lavoratori sociali nell’anno fiscale in corso saranno 2300. I segretari territoriali delle sei sigle sindacali hanno confermato la volontà di sottoscrivere un accordo ponte che confermi gli assetti impiantistici e i volumi ad almeno un milione di acciaio fuso in un anno e ribadito l’impossibilità di fare un accordo che sia peggiorativo di quello precedente e che le efficienze fatte non giustificano un ulteriore taglio sia del personale diretto che interinale, quest’ultimo già decurtato di 17 unità nel mese di giugno 2020.

Per lo spettacolo di Capodanno su Rai1, si stanno aspettando le delibere da parte della Regione Umbria e della Rai per la definitiva decisione. Le organizzazioni sindacali hanno espresso perplessità e preoccupazione per un evento sicuramente importante per la regione ma che potrebbe avere delle ripercussioni negative sull’impatto della pandemia che vede già 28 lavoratori contagiati e 4 guarigioni.