Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, chiude il bar "Non solo caffè". Il titolare: sono giorni difficili e le banche non aiutano

  • a
  • a
  • a

“E’ stata una decisione sofferta ma inevitabile”. Massimo Barisciano, titolare del Non solo caffè Boccaccio wine bar di via della Pallotta, non nasconde la sua amarezza. “Dobbiamo chiudere - dice - un’attività di famiglia avviata cinquant’anni fa da mio padre in via Boccaccio. Poi ci siamo spostati in via della Pallotta, 12 anni fa. Piano piano tutto è cambiato e il Covid ha dato la mazzata finale. Prima si facevano 60 cornetti per le colazioni, ora 15. Avevamo trenta persone a pranzo, ora - con lo smart warking - al massimo quattro. Niente aperitivi, niente cena. Impossibile andare avanti con le banche che non ti concedono tregua. Con il mio legale avevamo provato a chiedere una rinegoziazione del mutuo e cercato di trattare ma dall’altra parte abbiamo trovato soltanto un muro. Ti chiedono garanzie quando tu, evidentemente, non le puoi dare, meno che mai in un periodo come questo”. E così quello di sabato scorso è stato l’ultimo giorno di lavoro. “Lasciamo con grande rammarico, soprattutto perché i clienti sono ormai amici e lo dimostrano i tanti messaggi che abbiamo trovato sul cartello che annuncia la chiusura del negozio”, afferma Barisciano. “Il mio cuore piange perché lì dentro ho conosciuto persone meravigliose. Forza amico, non sei solo”, si legge in uno di questi. “Un pezzo del nostro cuore è chiuso qui dentro. Grazie a te amico mio. Per le risate, per le lacrime asciugate, per la complicità, per le meravigliose serate”, si legge in un bigliettino a forma di cuore. E in un altro: “E’ solo un nuovo inizio”. E infatti Boris non si arrende. “Ci sono momenti di profondo sconforto, in cui ti passa davanti il mondo e ti dici: ho sbagliato tutto. Io ho passato nel bar la mia vita, dalle 6 alle 23, sempre qua dentro - racconta con malinconia - Quando poi diventi più razionale ti rendi conto che non sei tu ad aver sbagliato. Sabato, ultimo giorno di apertura, ho pensato tante cose ma soprattutto al fatto che non voglio perdere quel legame che m i stringe alle persone. Ci inventeremo qualcosa, sono sicuro. Adesso facciamo passare questo brutto periodo, poi qualcosa succederà”.