Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza Covid in Umbria e tracciamento in tilt, la lettera di denuncia: "Serve una nuova strategia"

Esplora:
Coronavirus tamponi

Ale.Ant.
  • a
  • a
  • a

“Il sistema di tracciamento, con l’aumento dei contagi, è in grande difficoltà. Nonostante l’impegno di tutti. La progressione del virus è troppo potente. Vanno riviste la strategia e la regia, non servono solo rinforzi”.
Giorgio Miscetti, direttore del dipartimento di prevenzione dell’Usl 1, la scorsa settimana ha inviato una lettera alla Regione Umbria e alla direzione dell’azienda sanitaria in cui ha messo i fila tutti i problemi del tracciamento umbro. Che non si discostano dai problemi rilevati a livello nazionale. Nel cuore verde secondo Miscetti serve una regia unica regionale, un gruppo interaziendale, con nuovi e migliori strumenti tecnologici. “Ci sono molte barriere da superare soprattutto nell’accesso ai dati”, ha spiegato Miscetti. Se nella prima fase il rapporto tra operatori e indagini da effettuare giornalmente era di uno a quattro, ora siamo in media su l’uno a quindici. Quasi quadruplicato. In tutta l’Usl Umbria 1 a fare questo lavoro ci sono cinque medici strutturati, Più sette volontari e cinque specializzandi. Di questi,almeno tre sono in uscita per concorsi vinti altrove. Numeri ancora più bassi per l’Usl 2. Per l’arrivo dei 150 tracciatori dell’ateneo di Perugia bisognerà attendere ancora.Ci sarebbero problemi sul fronte assicurativo, non risolvibili in poche ore. Dal bando ministeriale per l’assunzione di figure da utilizzare nel contact tracing sono attesi 22 operatori 9 amministrativi.
Intanto sul fronte test e tamponi arriva il cambio di strategia. Dopo il niet del Comitato scientifico alla richiesta unanime delle Regioni sul “non tamponamento” agli asintomatici nell’immediato - basata su circolari ministeriali - l’Umbria inserisce di nuovo il tampone a 10 giorni di isolamento. Prima aveva indicato la strada dei 14 giorni con tampone facoltativo. Entrambi i percorsi sono comunque contemplati dal Dpcm ministeriale.