Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, crescono ancora i contagi negli ospizi e nelle Rsa dell'Umbria. Due morti al Fontenuovo

Esplora:

Ale.Ant.
  • a
  • a
  • a

Case protette, residenze assistite e case di riposo sono al momento le realtà più critiche in Umbria. Martedì al Fontenuovo di Perugia  si sono registrati altri casi di positività. Siamo a oltre sessanta compresi  gli operatori. Nel week end c’è stato anche il decesso di un’anziana ospite che era stata portata in ospedale. Un altro ospite del Fontenuovo è morto dopo essere stato ricoverato, domenica. Ma l'ospizio di Perugia non è l’unico caso. E’ di martedì la notizia che alla casa di riposo “Andrea Rossi” di Assisi due anziani ospiti sono risultati positivi al Covid. “Immediatamente”, è scritto in una nota dell’ente, “sono state attivate tutte le azioni previste dalle procedure e, d’accordo con la Usl Umbria. I due ospiti risultati positivi al Covid non presentano ad oggi sintomatologia grave”. Sono state riscontrate alcune positività anche presso la casa di riposo della Fondazione Opera Pia Bartolomei Castori di Foligno. In accordo con l’Usl, disposti tamponi per tutti e creata un’aera Covid per garantire la sicurezza agli ospiti. Sono saliti a 13 i positivi a polo geriatrico Le Grazie di Terni. Focolai anche all'istituto Casoria di Assisi, alla casa protetta di Panicale e al Seppilli di Perugia, che sarà trasformato in Rsa Covid, dopo il trasferimento di tutti gli ospiti.  Mercoledì mattina c'è stato il picchetto di protesta di sindacati e lavoratori contro questa decisione.