Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Emergenza Covid in Umbria, arrivano in farmacia test sierologici gratis per studenti e nonni

Esplora:

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Non solo didattica a distanza già al 50% nelle scuole superiori e al 100% nelle università (esclusi i laboratori). Non solo riempimento negli autobus portato dall’80% al 60%. L’Umbria punta ad anticipare le linee nazionali anche sui test agli studenti. Pronto l’accordo con farmacie private e comunali per somministrare gratis , su prescrizione, i sierologici rapidi pungidito a studenti da 0 a 19 anni, familiari e nonni anche se abitano in un’altra casa). Ci sono già 30 mila test disponibili. Ma il problema sono i tempi: occorre accelerare. Si tratta di un primo screening sulla popolazione scolastica (docenti e personale a parte): i sierologici rilevano gli anticorpi, per cui in caso di positività scatta la quarantena ma serve il vaglio del tampone molecolare per la conferma dell’infezione in atto. In ballo ci sono anche i 90 mila test antigenici (che cercano la proteina del virus) già acquistati con in comodato d’uso i due macchinari Fujirebio in grado di analizzare 120 tamponi l’ora. L’obiettivo è coinvolgere i medici di base e i pediatri. Sia nella gestione dei positivi pauci sintomatici sia nel testing vero e proprio. Intanto l’assessore alla sanità Luca Coletto ha fatto il punto dei Dpi.Nel magazzino della Protezione civile ci sono 1900mila mascherine chirurgiche 340mila Ffp2, 16mila Ffp3, 55mila camici, 116mila guanti in vinile, 17mila tamponi, 29 mila test rapidi.