Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, positivi al Covid in aumento: attivato il Centro operativo comunale

La struttura sarà operativa tutti i giorni, dalle 9 alle 18, e svolgerà funzione di integrazione delle attività del Comune con i sistemi regionali e nazionali di protezione civile

Davide Pompei
  • a
  • a
  • a

La nuova ondata di contagi con la quale anche l'Orvietano, nella provincia di Terni, sta facendo i conti ha fatto scattare l'attivazione del Centro operativo comunale. La struttura sarà operativa tutti i giorni, dalle 9 alle 18, e svolgerà una funzione di integrazione delle attività del Comune di Orvieto con i sistemi regionali e nazionali di protezione civile. Ma anche assistenza alla popolazione in quarantena contumaciale e fiduciaria e supporto all’attività scolastica per l’avvio della didattica a distanza, con consegne degli strumenti didattici.

Giovedì 23 ottobre 2020 è stata attivata anche la sala operativa unificata della funzione associata di protezione civile sud-ovest Orvietano e, nella sede di Fontanelle di Bardano, si è tenuta la prima riunione del Coc per analizzare la situazione nelle scuole. In particolare, la ridotta capienza dei mezzi del trasporto pubblico locale riorganizzato. Busitalia ha, infatti, raddoppiato le corse nelle fasce orarie di ingresso e uscita dalle scuole, ma occorre sensibilizzare maggiormente gli studenti sull’utilizzo di tale servizio. Sottolineata anche la necessità di potenziare l’attività di assistenza alla polizia locale per far rispettare il divieto di assembramenti all’ingresso e all’uscita delle scuole.

Ad oggi sono 93 gli studenti e 35 i docenti che si trovano in isolamento fiduciario domiciliare dopo i casi di positività al Covid 19 riscontrati nelle scuole di appartenenza. Nello specifico è stata disposta la quarantena per una classe alla scuola media di Orvieto centro (24 alunni, 8 insegnanti), due classi alla scuola media di Ciconia (43 alunni, 17 insegnanti), una classe al liceo scientifico “Ettore Majorana” (26 studenti, 10 insegnanti). Nei giorni scorsi, stessa sorte era toccata al liceo classico e delle scienze umane.

Alla luce della diffusione dei contagi soprattutto in ambito familiare, è stata valutata anche l’opportunità di interloquire con la Regione, nell’ambito degli accordi sottoscritti con le associazioni di categoria, per sondare la disponibilità di strutture alberghiere sul territorio comunale ad ospitare i soggetti positivi al Covid 19 posti in isolamento contumaciale che si trovino nell’impossibilità di garantire la sicurezza per i propri familiari. Sul fronte dei contagi, attualmente sono 32 i cittadini residenti o domiciliati nel comune di Orvieto per cui è stato disposto l’isolamento contumaciale domiciliare. Sette solo nella giornata di giovedì 22 ottobre. All'elenco si aggiungono poi due nuovi casi positivi nell'alto Orvietano, rispettivamente a Montegabbione e Ficulle.