Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Più di 41 mila persone sulla tomba del beato Carlo Acutis

  • a
  • a
  • a

 “Francesco era fondato nell’umilta! Forse anche in questa virtù c’è la forza di attrazione del beato Carlo Acutis”. Lo ha detto il nuovo prefetto della Congregazione delle cause dei Santi, monsignor Marcello Semeraro, durante la santa messa presieduta nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Al termine della celebrazione eucaristica la Tomba del Beato Carlo Acutis, dopo diciannove giorni di venerazione con una presenza totalead Assisi di oltre 41 mila fedeli, è stata chiusa. Numeri record sono stati registrati in occasione della Beatificazione: in venti giorni al Santuario sono transitate più di 41.410 presenze. Il giorno di maggior presenze è stato sabato 18 ottobre con 5.471 accessi. Il sito della Diocesi ha registrato un totale di 299.744  accessi.