Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Narni, focolaio in ospedale: dieci positivi al Covid tra pazienti e operatori

Saranno almeno quaranta i tamponi da effettuare nelle prossime ore per provare ad arginare ulteriori contagi

Cesare Antonini
  • a
  • a
  • a

Sono dieci i positivi al Coronavirus all’ospedale di Narni, in provincia di Terni, e saranno almeno 40 i tamponi da effettuare per provare ad arginare il focolaio in atto tramite il contact tracing e porre in isolamento tutti i soggetti a rischio.

Una vera “tegola” caduta sulla città di Narni e col sindaco, Francesco De Rebotti, già in prima linea per bloccare la fuoriuscita di contagi che sarebbero stati scatenati da un paziente arrivato dal nosocomio ternano al reparto di Medicina narnese, col Covid 19 in piena incubazione. Non a caso dopo qualche giorno il virus ha preso vita dentro il malato che ha contagiato anche alcuni operatori.

Grazie ai continui controlli effettuati dall’azienda ospedaliera agli operatori per non scatenare queste situazioni, due infermiere erano già positive e, a loro volta, così come il paziente positivo, avevano contagiato fino a 10 persone. “Ci sono positivi tra pazienti e operatori ma non abbiamo ancora chiaro il quadro della situazione e siamo in attesa dell’Asl - ha spiegato a caldo De Rebotti al Corriere - ma sia gli operatori che i pazienti stanno tutti bene con i primi in isolamento a casa”. Da ricollocare, invece, i pazienti positivi e già all’ospedale con altre patologie, che potrebbero tornare al Santa Maria di Terni insieme al caso che ha scatenato tutto, seppur inconsapevolmente.