Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto, il capo della polizia Gabrielli all'intitolazione della piazza a Emanuele Petri

Presenti le massime autorità cittadine e provinciali, i familiari del poliziotto ucciso e gli studenti degli istituti superiori

  • a
  • a
  • a

“Piazza Emanuele Petri”. Così si legge sulla targa scoperta, ieri mattina, nel piazzale del polo scolastico di Ciconia che d'ora in poi porterà il nome del sovrintendente umbro della polizia di Stato, medaglia d’oro al valore civile, ucciso nel 2003 da due terroristi delle Br, mentre era in servizio su un treno a Castiglion Fiorentino. 

L’iniziativa, promossa dal sindacato di polizia Coisp, ha visto la partecipazione del capo della polizia, Franco Gabrielli, delle massime autorità cittadine e provinciali, dei familiari del poliziotto ucciso e degli studenti degli istituti superiori. I partecipanti sono stati accolti dalle note dell’inno d’Italia suonato dalla fanfara della polizia di Stato. Dopo il saluto iniziale del segretario generale e del segretario nazionale del Coisp, Domenico Pianese e Stefano Spagnoli, hanno preso la parola il sindaco di Orvieto, il prefetto della Provincia, il questore di Terni, il presidente della Provincia e il vice presidente della Regione, seguiti dall’intervento finale del capo della polizia, al quale il pittore Ercole Furia ha donato una sua opera appositamente realizzata per l’evento.