Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Orvieto: insulta la capotreno sull'Intercity, poi prende a morsi i carabinieri: arrestato

Le manette sono scattate per un nigeriano di 30 anni che ha colpito ripetutamente i militari, provocando loro anche lesioni e addirittura fratture ossee

  • a
  • a
  • a

Prima ha insultato la capotreno, che gli aveva chiesto il biglietto (che non aveva), poi si è scagliato contro i carabinieri, intervenuti all'arrivo alla stazione di Orvieto, in provincia di Terni, che ha malmenato, procurandoli gravi lesioni e rifilandogli anche dei morsi.

Per questi motivi un nigeriano di 30 anni, le cui iniziali sono S.C., è stato arrestato dai militari dell'Arma di Orvieto con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Il nigeriano era su un Intercity proveniente da Salerno quando la capotreno gli ha chiesto di esibire il biglietto. Al suo rifiuto, la dipendente delle Ferrovie ha fatto fermare il convoglio ad Orvieto, facendo intervenire i carabinieri. Alla richiesta dei documenti, il 30enne si è rifiutato di consegnarli e ha opposto resistenza alla richiesta di scendere dal treno, al punto di prendere a morsi i militari e di colpirli, causando loro ferite e addirittura alcune fratture giudicate guaribili in parecchi giorni al punto di primo soccorso dell'ospedale orvietano.

Per lo straniero, che già in questo stesso mese di ottobre 2020 era stato arrestato a Roma per reati di varia natura, sono di nuovo scattate le manette e, terminate le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Terni in attesa del processo per direttissima.