Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terni, sessantenne condannato a un anno per aver rubato in chiesa 20 euro

L'uomo si era introdotto nella sagrestia della parrocchia di San Martino, a Fabro, danneggiando le vetrate e le porte di ferro per entrare e mettere a segno il furto

  • a
  • a
  • a

Si era introdotto nella sagrestia della chiesa per rubare e ora il tribunale di Terni gli ha inflitto una dura condanna, considerata anche l’entità del furto, davvero modesta.

Alla sbarra è finito un 60enne originario di Spoleto – D.R. le sue iniziali – e i fatti risalgono all’agosto del 2015 quando, dopo aver danneggiato le vetrate e le ante della porta in ferro della sagrestia, l’uomo si era introdotto nella chiesa di San Martino, a Fabro, e negli uffici del parroco, portandosi via 20 euro. Il fatto era finito all'attenzione dei carabinieri che avevano indagato sull'accaduto, risalendo al responsabile del furto aggravato.

Venerdì 2 ottobre 2020 si è concluso il processo di primo grado che lo vedeva imputato e il giudice, Massimo Zanetti, lo ha condannato ad un anno di reclusione e 400 euro di multa, accogliendo quanto chiesto in aula dal pm, Adalberto Andreani. Per il 60enne di Spoleto la prospettiva è ora quella dell'appello.